- reset +
Members Login

Home

OGNI GIORNO DELL’ANNO E’ UNA GIORNATA MONDIALE CONTRO LA DROGA

PDFStampaE-mail

Il 26 giugno si celebra la Giornata internazionale contro il consumo e il traffico di droga, indetta per la prima volta nel 1987 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite per ricordare l'obiettivo comune a tutti gli Stati membri di creare una comunità internazionale libera da droghe. L'UNODC (Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine, durante la giornata internazionale, intensifica la promozione di campagne di sensibilizzazione sul problema mondiale della droga, rivolgendosi direttamente ai giovani che, secondo numerose ricerche, sono la fascia di età più a rischio:  l'uso di droga tra i giovani è più del doppio di quello della popolazione generale e tre volte più elevato nel caso della cannabis.

 

L'ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine stima in 200 milioni le persone che hanno assunto droghe almeno una volta in un anno. Di questi, 25 milioni sono considerati tossicodipendenti. Ogni anno, 200 mila persone muoiono per malattie correlate all'uso di droghe. Secondo i dati del Rapporto Mondiale 2014, nel periodo che va dal 1998 al 2008, l'uso di cannabis è aumentato dell'8,5%, quello di cocaina del 27% e quello di oppiacei addirittura del 34,5%. L’Osservatorio Europeo sulle Droghe e le Tossicodipendenze (OEDT) questo mese ha pubblicato la Relazione Annuale. Dalle stime emerge che circa un quarto della popolazione europea, pari ad 80 milioni di persone, ha usato sostanze illegali nella propria vita. Tra queste, 73,6 milioni hanno usato cannabis, seguita a notevole distanza da cocaina, amfetamina ed ecstasy. Per quanto riguarda i giovani europei, sono 4,6 milioni quelli di età compresa tra i 15 ed i 34 anni ad aver usato cannabinoidi (11,2% della popolazione generale), tra cui 8,5 milioni hanno tra i 15 ed i 24 anni. Inoltre, si stima anche che il 24% della popolazione studentesca abbia usato cannabinoidi almeno una volta nella vita.

L'uso di droghe è preoccupante perché rappresenta una seria minaccia per la salute. Tutte le droghe hanno effetti fisici immediati, ma possono anche grevemente compromettere lo sviluppo psicologico ed emotivo. Sulla crescente diffusione della droga nella società grava la crisi economica, l’instabilità politica, l’elevato tasso di disoccupazione, ma anche un deficit di informazione e prevenzione. In questi ultimi anni è triplicato l'uso di psicofarmaci ed antidepressivi, l’approccio agli alcolici è sempre più precoce e si ricorre con più frequenza ai giochi d'azzardo. Parlare di dipendenze significa parlare della solitudine, del disagio e della fragilità di tante persone, dei legami sociali e del contatto umano che il mondo "virtuale" ha indebolito.

L’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, Istituzione di Roma Capitale, indirizza molti suoi progetti in attività di informazione e prevenzione, svolte in modo capillare. Dall’analisi dei dati raccolti nella “Relazione Annuale sullo stato delle tossicodipendenze, edizione 2014”, va sottolineato come, negli ultimi cinque anni, l’utenza tossicodipendente attiva accolta presso i Servizi dell’Agenzia sia ridotta del 18,9%, di cui il 5,8% solo nel 2013. Analizzando le risposte emerse dal questionario “Minerva”, si delineano in maniera alquanto chiara che le sostanze maggiormente utilizzate dai giovani sono quelle legali, ossia alcol (rilevato nel 39,9% dei casi) e tabacco (32,4%), seguite dalla cannabis. Per quanto riguarda i cannabinoidi, emerge che l’82,1% dei ragazzi non usa cannaibnoidi, grazie anche ai concreti ed efficaci servizi di prevenzione scolastica svolti dalla nostra istituzione.

Occorre fornire ai giovani gli strumenti, le informazioni e le opportunità necessarie per vivere una vita sana ed appagante, promuovendo gli stili di vita sani ed, al contempo, costruendo la giusta disapprovazione sociale nei confronti delle droghe tutte. Condurre una vita, e non una singola giornata, contro le droghe, richiede scelte che devono partire dal rispetto del proprio corpo e della propria mente, ovvero dal rispetto di sé stessi.

In data 26 giugno, in occasione della Giornata internazionale, l’ACT promuove diverse iniziative, anche attraverso Enti che erogano Servizi per conto dell’Agenzia. Il CEIS organizza un concerto di musica classica con orchestra sinfonica di Roma, presso la sede di via Appia Nuova 1251. Appuntamento previsto per le ore 20.30. La Cooperativa sociale IBIS lancia una campagna informativa sulle dipendenze nel Municipio V, presso Villa Gordiani. Inoltre, mette a disposizione, presso il Centro di Consulenza, sito in via Pisino 55, un  equipe di psicologi e psicoterapeuti, pronti ad accogliere persone con problemi di tossicodipendenza. All’interno dei Servizi ACT (Comunità di Riabilitazione Residenziale in Città della Pieve, Perugia, e Comunità di prima Accoglienza in via Ambrosini, Roma) si terrà, nella giornata di domenica 29 giugno, un incontro con i cittadini per riflettere sul ruolo educativo della famiglia contro l’uso di droghe.