- reset +
Members Login

Home

IL PIANO TRIENNALE REGIONALE SULLE TOSSICODIPENDENZE: UN’OCCASIONE DI SVILUPPO PER I SERVIZI EROGATI DALL’AGENZIA

PDFStampaE-mail

L’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, Istituzione di Roma Capitale, ha il piacere di informare che è stato presentato in questi giorni, all’Assessorato Politiche Sociali della Regione Lazio, il Piano Triennale sulle Tossicodipendenze per le annualità 2014-2016. Il Piano Triennale illustra i dettagli delle attività progettuali da impiantare a Roma, a completamento della gamma di servizi svolti dall’Agenzia mediante la realizzazione del “Nuovo Quadro dei Servizi Cittadino”, con una richiesta di contributo pari a € 7.550.000.

Queste misure proseguono l’attuazione degli indirizzi contenuti nel Piano Programma adottato dall’Assemblea Capitolina, nel 2009, coerentemente con le linee guida contenute nel Piano di Azione Nazionale (PAN) sulle Droghe, traenti origine dal precedente Piano di Azione dell'UE in materia di lotta contro la droga. Inoltre, come già sottolineato in precedenti occasioni, la rimodulazione dei Servizi erogati dall’Agenzia risulta essere coerente anche con le azioni proposte nella “Strategia dell’Unione Europea in materia di droga (2013-2020)”, finalizzate alla riduzione dell’offerta e della domanda di droga tramite una serie di interventi integrati di prevenzione; di individuazione precoce dei comportamenti a rischio e di intervento tempestivo; di riduzione del rischio e del danno; di trattamento, riabilitazione e reinserimento socio-lavorativo finalizzato al recupero della persona.

 

 

Le proposte mirano a dare uno spazio adeguato alle attività di prevenzione e, segnatamente, agli interventi nelle Scuole Primarie e nelle Scuole Secondarie di Primo Grado completando, finalmente, la gamma degli interventi di prevenzione e promozione di stili di vita sani nelle scuole, già introdotti con i progetti e i servizi rivolti alle Scuole Secondarie di Secondo Grado. Ulteriore punto focale è la progettazione riguardante le attività di formazione e supporto ai genitori, ai docenti e agli operatori impiegati nei cicli scolastici interessati. Per questi ultimi, le attività di formazione si aggiungono allo specifico Servizio predisposto dall’Agenzia per la prevenzione della Sindrome Amotivazionale degli operatori impiegati nei Servizi, finalizzato a prevenire i sintomi del c.d. “Burnout”.

Inoltre, il piano prevede anche ulteriori interventi, a completamento di quelli già attivati sul territorio di Roma Capitale, per la disintossicazione, il recupero e il reinserimento socio-lavorativo di minori e giovani adulti a rischio penale, con problemi di tossicodipendenza, oltre che ai poliassuntori anche in doppia diagnosi.

La redazione del Piano Triennale è avvenuta in coerenza con le linee guida in materia di tossicodipendenza, introdotte per la prima volta - dopo 11 anni - proprio con il Piano Programma, e tiene adeguatamente conto delle indicazioni e dei suggerimenti emersi durante gli incontri di concertazione, secondo quanto previsto dalla legge 328/2000, con i soggetti del pubblico e del privato sociale, con le parti sindacali e gli operatori di pubblica sicurezza coinvolti, direttamente o indirettamente, nella materia.