- reset +
Members Login

Home

L’ELOGIO DALLA SANTA SEDE SULL’OPERATO DELL’AGENZIA CAPITOLINA SULLE TOSSICODIPENDENZE

PDFStampaE-mail

Papa Francesco

Il Segretario di Stato di Sua Santità Cardinal Tarcisio Bertone, con una lettera, ha ringraziato, personalmente e a nome del Santo Padre Papa Francesco, l’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, Istituzione di Roma Capitale, per il lavoro svolto  sul delicato tema della tossicodipendenza. In particolare il Santo Padre invoca, sull’Agenzia e sui giovani che vivono in situazioni di particolare difficoltà e bisogno, la Sua Benedizione apostolica. E’ per noi tutti motivo di incommensurabile orgoglio ricevere questi apprezzamenti da parte di Sua Santità, certi di riceverne rinnovata forza, nell’andare avanti per contribuire alla costruzione di una realtà dei Servizi sempre più efficienti e calibrati sui reali bisogni delle persone; sempre più verso il Bene Comune.

Il Santo Padre aveva già affrontato il tema della droga in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù, tenutasi a Rio de Janeiro, dove aveva affermato  che “La piega del narcotraffico, che favorisce violenza e semina dolore e morte, richiede un atto di coraggio di tutta la società. Non è con la liberalizzazione delle droghe, come si sta discutendo in varie parti dell’America Latina, che si potrà ridurre la diffusione e l’influenza della dipendenza chimica. E’ necessario affrontare i problemi che sono alla base del loro uso, promuovendo una maggiore giustizia, educando i giovani ai valori che costruiscono la vita comune, accompagnando chi è in difficoltà e donando speranza nel futuro”.

L’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, Istituzione di Roma Capitale  ha messo a disposizione della comunità diverse tipologie di Servizi, sia diretti al recupero della persona tossicodipendente, sia rivolti alla prevenzione e promozione di stili di vita sani.

All’interno del “Nuovo Quadro dei Servizi Cittadino” figurano Centri a Bassa Soglia; nuovi percorsi a soglia intermedia (tra cui, due Comunità Residenziali di Prima Accoglienza e un Centro Diurno Semiresidenziale); interventi potenziati di cura e reinserimento socio-lavorativo (tra cui una Comunità di Riabilitazione Residenziale e un Centro Residenziale di Reinserimento); Servizi deputati alla Prevenzione (tra cui, una Comunità Giovanile, un Servizio di Prevenzione Comportamenti a Rischio e Promozione di Stili di Vita Sani, due Servizi di Prevenzione sul web e ben cinque Servizi di Prevenzione per le scuole secondarie di secondo grado presenti su tutti i Municipi romani); Servizi di Consulenza e Orientamento per minori, singoli, coppie e famiglie con problemi di tossicodipendenza; un Numero Verde; un Servizio destinato ai professionisti che operano all’interno delle varie strutture per prevenire il fenomeno del burn-out; un Centro Residenziale deputato alla verifica del percorso terapeutico degli utenti.