- reset +
Members Login

Home

PDFStampaE-mail

--- SERVIZI ATTIVI IN BASE AL "NUOVO QUADRO DEI SERVIZI CITTADINO" ---

Comunità di Riabilitazione Residenziale di Città della Pieve (PG)

La Comunità di Riabilitazione Residenziale accoglie persone maggiorenni di ambo i sessi, assuntori di sostanze stupefacenti residenti nel territorio di Roma Capitale. È prevista l’accoglienza per per sessanta persone in trattamento residenziale.

Comunità di Prima Accoglienza con sede in Via Castel di Leva n. 406 (terminato il 02/02/2014)

La Comunità di Prima Accoglienza con sede in Via Castel di Leva n. 406 si configura come un Servizio a soglia intermedia, finalizzato all'accoglienza di persone tossicodipendenti da eroina e cocaina, anche con problemi di doppia diagnosi, ovvero con coesistenza della problematica della tossicodipendenza e di una patologia psichiatrica. Il Servizio è finalizzato al raggiungimento di una condizione drug-free, nonché all'orientamento della persona verso un percorso strutturato nell'ambito di servizi riabilitativi ad alta soglia.

Comunità di Prima Accoglienza con sede in Via Attilio Ambrosini n. 129

Il Servizio si configura come una struttura di accoglienza residenziale a soglia intermedia, di sostegno e di supporto, in grado di accogliere persone tossicodipendenti. Lo stesso sarà finalizzato al raggiungimento della condizione drug-free, e ad offrire orientamento alla persona verso un percorso strutturato presso strutture di riabilitazione ad alta soglia.

Centro Diurno Semiresidenziale a soglia intermedia rivolto a persone tossicodipendenti (terminato il 02/02/2014)

Il Servizio si configura come una struttura di accoglienza diurna, a regime semiresidenziale, in grado di offrire strategie concrete ed immediate al contrasto del disagio psico-sociale del tossicodipendente.

Centro Residenziale di Reinserimento con sede in via del Risaro, n. 269

Il Centro Residenziale di Reinserimento, si configura come una struttura di accoglienza, di sostegno e di supporto, rivolto a persone ex tossicodipendenti, che abbiano appena terminato con successo il programma di riabilitazione presso servizi a soglia intermedia e/o ad alta soglia, pertanto in condizioni drug-free, così da poterli adeguatamente sostenere nella fondamentale fase di reinserimento sociale e lavorativo.

Centro Diurno a bassa soglia (terminato il 02/02/2014)

Il Centro Diurno a bassa soglia si configura come una struttura di accoglienza, di sostegno e di supporto, a breve termine, rivolta a tossicodipendenti attivi che versano in uno stato di emarginazione, di isolamento e di mancanza di supporto da parte delle reti familiari e sociali, in difficoltà relazionali e/o senza fissa dimora, bisognosi di un luogo di accoglienza protetto dove socializzare, usufruire di vitto e di servizi di prima necessità, in alternativa alla vita di strada.

Centro Notturno a bassa soglia (terminato il 02/02/2014)

Il Centro Notturno a bassa soglia si configura come una struttura di accoglienza, di sostegno e di supporto, in orario notturno e a breve termine, rivolta a tossicodipendenti attivi senza fissa dimora e che versano in uno stato di emarginazione, di isolamento dalle reti familiari e sociali, in difficoltà relazionali, bisognosi di un luogo di accoglienza protetto dove socializzare, usufruire di vitto e di servizi di prima necessità, in alternativa alla vita di strada.

--- SERVIZI DI PREVENZIONE  ---

Comunità Giovanile (terminato il 02/02/2014)

La Comunità Giovanile è un Servizio in grado di accogliere adolescenti e giovani adulti, di età compresa tra i 14 e i 35 anni, e ove possibile le famiglie di questi, per favorire un processo di promozione dell'agio e l'assunzione di stili di vita sani. Il servizio realizza attività rivolte alla promozione di azioni di educazione, informazione e sensibilizzazione sui rischi connessi all’assunzione di sostanze stupefacenti, anche attraverso la possibilità di godere di un nuovo e funzionale spazio di socializzazione, messo a disposizione delle giovani generazioni. La Comunità Giovanile mira ad essere il punto di riferimento della vita associativa territoriale, dei giovani, delle loro famiglie e della comunità locale.

Servizio di Prevenzione di comportamenti a rischio e promozione di stili di vita sani (terminato il 02/02/2014)

Il Servizio ha come obiettivo la prevenzione del disagio tra i giovani, la promozione di stili di vita sani e di modelli positivi di comportamento, attraverso attività sportive, culturali e ludiche, diversificate per fasce d’età, oltre che il monitoraggio del rapporto dei giovani con le sostanze stupefacenti. “Prevenzione comportamenti a rischio e promozione di stili di vita sani” si realizza sul territorio del XVIII Municipio, ma si rivolge a tutto il territorio di Roma Capitale ed è destinato ai giovani adulti di età compresa tra i 12 e i 30 anni, oltre che agli operatori dei servizi pubblici e privati che operano, a vario titolo, nel settore delle tossicodipendenze.

5 Servizi di Prevenzione nelle Scuole Secondarie di Secondo Grado (terminati il 02/02/2014)

I Servizi “Prevenzione nelle Scuole Secondarie di Secondo grado” sono rivolti agli studenti tra i 13 e i 20 anni, e si sviluppano sull’intero territorio di Roma Capitale. Ogni Servizio interviene su almeno otto Scuole Secondarie di secondo grado e, precisamente, almeno due per ogni Municipio, con l’obiettivo di realizzare interventi di prevenzione delle tossicodipendenze e di promozione di stili di vita sani tra gli adolescenti, attraverso il metodo della Peer Education. Il Servizio “Prevenzione nelle Scuole Secondarie di Secondo grado” agisce con la finalità di sollecitare la partecipazione e il protagonismo dei ragazzi, stimolando in loro una maggior consapevolezza in se stessi.

- Prevenzione nelle Scuole Secondarie di Secondo Grado – Lotto 1;

Prevenzione nelle Scuole Secondarie di Secondo Grado - Lotto 2;

- Prevenzione nelle Scuole Secondarie di Secondo Grado – Lotto 3;

- Prevenzione nelle Scuole Secondarie di Secondo Grado – Lotto 4;

- Prevenzione nelle Scuole Secondarie di Secondo Grado – Lotto 5.

Comunicazione in Rete (terminato il 02/02/2014)

Il Servizio opera attraverso un blog tematico, profili pubblici sui social network, comunità e forum virtuali su tematiche specifiche, per avviare una campagna di sensibilizzazione volta alla prevenzione e al contrasto delle sostanze stupefacenti, attraverso l'impiego delle potenzialità della rete e dei social network. Il Servizio sperimenta percorsi innovativi, sempre più centrati sulle caratteristiche delle persone, al fine di avvicinare e consentire l'accesso alle informazioni, come possibilità di cambiamento, di benessere e di libertà dalle droghe. Il Servizio rappresenta, inoltre, un'opportunità di formazione continua e scambio delle buone prassi per quanti operano nell'ambito della prevenzione e cura delle dipendenze.

Prevenzione in Rete (terminato il 02/02/2014)

Il Servizio opera attraverso un sito web, costruito con un linguaggio semplice ed intuitivo, capace di veicolare un messaggio chiaro e univoco di contrasto all'uso di droghe e di promozione di stili di vita sani. Il portale sostiene il protagonismo generazionale, attraverso la partecipazione a concorsi artistici, affinché si sentano coinvolti in prima persona e trasmettano le informazioni apprese ai propri coetanei, in un'ottica di educazione tra pari.

Prevenzione della sindrome amotivazionale degli Operatori impiegati nei Servizi

Obiettivo del Servizio “Prevenzione della sindrome amotivazionale degli Operatori impiegati nei Servizi” è quello di prevenire fenomeni di burn-out tra gli operatori impiegati nei Servizi e nei Progetti realizzati dall’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze. Il Servizio vuole offrire agli operatori, impiegati nella realizzazione dei servizi e delle azioni progettuali, un punto di riferimento sicuro, quale è il supervisore di processo, oltre che fornire sostegno ai singoli operatori.  “Prevenzione della sindrome amotivazionale degli Operatori impiegati nei Servizi”, inoltre, è volto a mantenere alto il livello motivazionale e professionale degli operatori e a favorire la loro riflessione sull’efficienza del proprio agire professionale.

Numero Verde – Ascolto, Informazione e Orientamento

L’obiettivo del Servizio è quello di fornire ascolto e consulenza telefonica, così da permettere alla persona di esplicitare la propria richiesta, con l’intento di individuare le strategie di intervento più efficaci nel rispondere adeguatamente alle problematiche emerse. Fornisce informazioni sulle sostanze stupefacenti, sui rischi e i danni correlati al fenomeno della tossicodipendenza, nonché delle dipendenze comportamentali.

Centro di consulenza e orientamento per minori, singoli, coppie e famiglie con problemi di tossicodipendenza

Il Centro di Consulenza ed Orientamento ha la finalità generale di contrastare il consumo di oppiacei e sostanze psicostimolanti, offrendo l’opportunità di percorsi di aiuto per uscire dalla tossicodipendenza e per prevenire la cronicizzazione. Si propone, quindi, di intervenire offrendo ai beneficiari il sostegno, la consulenza e l’orientamento utili per la costruzione di un percorso individualizzato, mirato al superamento del consumo di oppiacei e sostanze psicostimolanti, nonché alla gestione delle difficoltà psicologiche e sociali.

--- SERVIZIO TEMPORANEO  ---

Centro di Verifica del percorso Terapeutico-Riabilitativo, con sede in Via Castel di Leva 416 (terminato il 08/02/2014)

Il Centro di Verifica ha come obiettivo quello di accogliere, sostenere e supportare persone tossicodipendenti che stiano seguendo un programma di riabilitazione presso i servizi a soglia intermedia e/o ad alta soglia. Si propone, inoltre, come servizio integrativo al programma terapeutico e/o farmacologico seguito dall’utente, così da sostenerlo, successivamente, in maniera adeguata nel momento del reinserimento nel contesto sociale e lavorativo.