- reset +
Members Login

Home

Prevenzione nelle Scuole Secondarie di Secondo Grado – Lotto 5

PDFStampaE-mail

Sede: via Gomenizza, N. 81 – 00195 Roma

Tel./Fax: 06.94359070

E-mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sito internet:  www.nuoviorizzonti.org

Orari del Servizio: martedi, mercoledì e giovedì dalle ore 09:30 alle ore 13:30

Come raggiungere il Servizio: prendere la linea Metro A (Battistini). Scendere alla fermata Ottaviano - S. Pietro. Prendere la linea 32 e scendere alla fermata V.le Angelico/Maresciallo Giardino

Ente gestore: Raggruppamento con capofila Cooperativa Aliblu e partner Nuovi Orizzonti Onlus

Responsabile del Servizio: dott.ssa Fabia Di Stasio

Utenti destinatari del Servizio

Il Servizio Prevenzione nelle Scuole Secondarie di Secondo Grado – Lotto 5 pone in atto una serie di interventi di prevenzione delle tossicodipendenze e di promozione degli stili di vita sani, rivolti primariamente a giovani studenti delle scuole secondarie di secondo grado, nell’ambito territoriale dei Municipi Ex XVII, XIII, XIV, XV (nomenclatura ai sensi della Deliberazione A.C. 8/2013, ndr) e, secondariamente, al personale scolastico, famiglie, servizi del pubblico e del privato sociale, che operano, a vario titolo, nell’ambito delle tossicodipendenze.

Si intende contattare e sensibilizzare 2000 studenti, all’interno degli Istituti scolastici prescelti, tramite interventi di animazione musicale e spettacolo, con la finalità di conoscere le esperienze vissute dai giovani per veicolare pensieri, emozioni, comportamenti positivi attraverso l’interazione tra artisti e studenti.

Le scuole coinvolte sono l’Istituto Professionale “Francesco Ferrara”, l’Istituto Tecnico per Geometri “Giuseppe Valadier”, il Liceo Scientifico/Istituto Tecnico Commerciale e Industriale “Cartesio-Luxemburg”, l’Istituto Tecnico Agrario “Domizia Lucilla”, l’Istituto Tecnico Industriale “Blaise Pascal” e l’Istituto tecnico Commerciale Einaudi.

 Struttura organizzativa

Responsabile (Psicologo)

1 Educatore professionale

1 Operatore sociale

 Obiettivi

Il Servizio è caratterizzato da una serie di interventi volti a prevenire i comportamenti a rischio e, allo stesso tempo, promuovere stili di vita sani, attraverso l’approccio educativo della peer education. L’obiettivo principale è quello di promuovere la partecipazione e il protagonismo attivo nei giovani, così da creare azioni di cambiamento, atte a prevenire il disagio o situazioni problematiche.

Gli obiettivi generali che il Servizio si pone sono:

-       Individuare, all’interno degli istituti scolastici, 112 opinion leader, ovvero giovani con spiccate abilità sociali e una discreta conoscenza dell’ambiente scolastico, buone abilità comunicative, capacità di iniziative autonome, adeguato autocontrollo emozionale, motivazione all’interazione sociale;

-       Favorire, negli opinion leader, lo sviluppo delle conoscenze relative alla pericolosità delle sostanze stupefacenti al fine di poterle trasmettere al gruppo dei pari, tramite la promozione di interventi informativi sui rischi connessi al consumo di sostanze e sulle problematiche connesse alle dipendenze patologiche;

-       Offrire, agli studenti, una formazione adeguata relativa alle life skills (abilità per la vita), ovvero quelle abilità che permettono di acquisire un comportamento versatile e positivo, necessarie per mettersi in relazione con gli altri ed affrontare i problemi, le pressioni e gli stress della vita quotidiana;

-       Migliorare, negli studenti, la capacità di mettersi in relazione con gli altri al fine di creare, costruire, conservare relazioni significative attraverso un percorso che faciliti la conoscenza di sé, lo sviluppo dei sentimenti, di accettazione, di sicurezza, di fiducia in sé e negli altri, la capacità di risolvere problemi interpersonali e affrontare situazioni di stress emotivo, promuovere comportamenti e atteggiamenti di collaborazione, solidarietà, mutuo rispetto, accettazione delle differenze, capacità di mediazione, riconoscimento delle diverse modalità di interazione;

-       Facilitare le occasioni di incontro ed aggregazione attraverso attività creative e costruttive rivolte agli studenti.

Tra gli obiettivi del Servizio vi è anche quello di somministrare il Questionario Minerva ad almeno l’80% degli utenti contattati.

Tipologia d’approccio

È previsto un lavoro di rete tra tutti i soggetti interessati alla definizione dell’intervento: l’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, gli operatori che svolgono il Servizio, le Scuole, i Servizi del Pubblico e del Privato Sociale che operano nell’ambito delle tossicodipendenze, agenzie educative formali e informali per la costituzione di tavoli di lavoro, la promozione di momenti di confronto e raccordo allargati, al fine di un coinvolgimento degli stessi nel progetto come protagonisti attivi. Il progetto opera all’interno degli istituti scolastici per promuovere l’analisi dei bisogni specifici delle scuole e, in particolare, della popolazione studentesca, al fine di costruire le condizioni per un rapporto dialogico con tutti gli attori scolastici: la dirigenza scolastica, gli insegnanti referenti per l’educazione alla salute, il corpo docente, gli operatori amministrativi, i ragazzi.

Si intende attivare, inoltre, la collaborazione di operatori appartenenti a contesti istituzionali, il coinvolgimento di operatori esterni (tirocinanti delle diverse professioni psico-socio-educative al fine di monitorare, in modo sistematico, le sessioni di lavoro alle quali prendono parte in qualità di osservatori), di conduttori di centri giovanili a finalità culturale, sportiva, ricreativa, religiosa.

Il Servizio desidera offrire formazione adeguata alle figure di riferimento, quali insegnanti e genitori, sui danni provocati dall’uso di droghe e relativamente alle dipendenze patologiche, fornendo strumenti e conoscenze adeguate per lo sviluppo di percorsi formativi, offrendo loro nuove metodologie di intervento rispetto alla funzione di “moltiplicatori” dell’azione preventiva.

La strategia educativa è quella della peer education, la quale prevede che un gruppo di studenti prescelto, secondo determinati criteri, ed afferente a un gruppo scolastico più esteso, venga appositamente formato e reinserito nel gruppo di appartenenza, al fine di realizzare precise attività che coinvolgono gli studenti, loro coetanei. Numerosi studi mostrano come questa strategia di intervento risulti particolarmente efficace nei giovani che, attraverso i loro pari, possono venire in possesso di nuove conoscenze e/o informazioni, determinando un processo di cambiamento.