- reset +
Members Login

Home

Incontro con gli operatori di Pubblica Sicurezza

PDFStampaE-mail

Definire con gli operatori di Pubblica Sicurezza i migliori modelli di intervento nella lotta alla droga in termini di prevenzione, cura e reinserimento sociale. E' stato questo l’obiettivo della giornata di giovedì 6 ottobre organizzata dall’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze presso l'Assessorato alla Famiglia, all'Educazione e ai Giovani di Roma Capitale in via Capitan Bavastro 94.

L'evento è stato dedicato alla concertazione e alla cooperazione tra i diversi livelli istituzionali, tra questi ed i soggetti di cui all'art. 1, comma 4, della legge n. 328/2000 e le Aziende Sanitarie Locali, nelle azioni di contrasto alla droga.

La giornata ha visto la partecipazione dell’Assessore alla Famiglia, all'Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, Gianluigi De Palo, del Presidente, del Consigliere di Amministrazione e del Direttore dell'Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, Luigi MaccaroPadre Matteo TagliaferriMassimo Canu, nonché di numerosi rappresentanti delle Forze dell’Ordine.

Esperienze di lavoro raccontate da Marisa Calore, Assistente sociale del Centro Giustizia Minorile del Lazio, Serenella Pesarin, Direttore Generale del Dipartimento di Giustizia Minorile, Maurizio Cannucciari, Ufficiale della Polizia di Roma Capitale, Andrea Fiducia, Tenente Colonnello della Guardia di Finanza, Eleonora Di Fede, Sottotenente di Vascello del Comando Generale della Capitanerie di Porto e Paolo Fuda, Comandante di Fregata di Marispesan – Direzione generale della Sanità Militare del Ministero della Difesa. Assicurato anche l’impegno sul fronte antidroga di Maurizio Montemagno, Direttore dell’Ufficio delle Dogane di Roma 1.

Tutti gli intervenuti hanno analizzato la propria attività di riferimento a contatto con il disagio, in particolare la tossicodipendenza, e insieme alle rappresentanze dell’Agenzia si sono avanzate proposte per nuove e possibili sinergie nell’ambito degli interventi di lotta alla droga da pianificare nell’immediato futuro.