- reset +
Members Login

Home

"Libertà dalle droghe: l'Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze ascolta gli Operatori del Servizio Pubblico e del Privato Sociale per la co-costruzione del futuro"

PDFStampaE-mail

Il giorno 8 giugno 2009, presso l’Aula Giulio Cesare, in Campidoglio, l’Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze realizza il convegno dal titolo: "Libertà dalle droghe: l'Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze ascolta gli Operatori del Servizio Pubblico e del Privato Sociale per la co-costruzione del futuro"L’evento fa parte del ciclo di iniziative che l’Agenzia ha organizzato per dialogare con tutte le realtà istituzionali, con gli operatori del settore e con quanti lavorano quotidianamente, affrontando le tematiche legate alle tossicodipendenze.

Massimo Canu, Presidente dell'Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze, ha introdotto i lavori della giornata, precisando che il convegno rappresenta un’occasione di confronto tra gli operatori del Servizio Pubblico e del Privato Sociale, impegnati nelle diverse aree d’intervento nell’ambito delle tossicodipendenze.

All’evento è intervenuta Laura Marsilio, Assessore alle Politiche Educative, Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù, portando i saluti del Sindaco Gianni Alemanno e dell'Amministrazione Capitolina. Ha poi fatto riferimento alla situazione locale e nazionale rispetto alla problematica della tossicodipendenza, ponendo l'accento sull'importanza degli interventi di prevenzione e sulla necessità di salvaguardare la salute delle giovani generazioni.

Sono intervenuti, poi, numerosi esperti della materia, i quali hanno offerto il loro contributo, caratterizzato da anni di esperienza e di elevata professionalità. Si è fatto più volte riferimento all'importanza di una rete di Servizi qualitativamente valida, in grado di assicurare le necessarie tipologie d'intervento. Si è discusso di reti formali e informali, di reti stigmatizzanti e di reti attrattive per le persone in difficoltà ed inoltre si è posto l'accento sulla necessità di innovare il sistema formalizzato dei Servizi per renderlo più adatto alle attuali esigenze. Alcuni relatori hanno posto l'attenzione sulla prevenzione primaria e secondaria, auspicando un allargamento della rete informativa, fino a coinvolgere parrocchie e altre piccole realtà di aggregazione presenti sul territorio.

In merito al miglioramento della qualità della rete dei Servizi, ci si è soffermati sul significato stesso di qualità, che, nella fattispecie, potrebbe essere intesa come migliore intervento personalizzato, nei tempi e nei modi appropriati, relativamente al contesto in cui si opera.

Il pomeriggio è stato dedicato al lavoro di gruppo. Si sono costituiti due focus group, uno per gli Operatori dei Servizi Pubblici, l'altro per gli Operatori del Privato Sociale. I partecipanti hanno dato il loro contributo, con proposte e riflessioni su argomenti di fondamentale importanza per la lotta alle tossicodipendenze, riportando esperienze rispetto alle difficoltà di dialogo tra genitori e figli ed inoltre, di quanto, ciò, ostacoli i tentativi d'intervento da parte degli operatori dei servizi e dei docenti scolastici. Si registrano, infatti, moltissimi casi in cui i ragazzi non hanno relazioni sufficientemente stabili con i genitori e questo, a volte, non è percepito appieno. È stata, da tutti, riconosciuta la necessità di avviare iniziative di formazione ed informazione per genitori e docenti, soprattutto nelle scuole primari e secondarie di I e II grado.


Programma Pdf

Pagg_1_4 (file .zip 573 kb)
Pagg_2_3 (file .zip 656 kb)